GRANDE FRATELLO IN CONDOMINIO La videosorveglianza può essere considerata un’attività personale e domestica?

Le scale di un Condominio, così come i pianerottoli condominiali, sono destinati all’utilizzo di un numero imprecisato di soggetti, motivo per cui la tutela penalistica di cui all’art. 615 bis c.p. non può estendersi alle immagini eventualmente riprese dalla telecamera di un condòmino.

Con la sentenza n.34151 del 12 luglio 2017, la quinta sez. penale della Corte di Cassazione è intervenuta in materia di privacy condominiale, interpretando una delicata questione giuridica nata a seguito dell’installazione, all’interno di un Condominio, di un impianto di videosorveglianza.

E’ probabile che tale sentenza comporti un aggiornamento del provvedimento generale in materia di videosorveglianza, in concomitanza degli adeguamenti previsti dall’entrata in vigore del Regolamento Europeo sulla protezione dei dati personali.

Ma nel frattempo, per non sbagliare, ricordiamoci di controllare il trucco e di sistemare la cravatta, prima di uscire dall’ascensore.

Leggi l’articolo completo: http://www.altalex.com