Pagamento spese condominiali in contanti: le novità introdotte dal D.L.124/2019

Secondo quanto stimato dalle associazioni di categoria, ogni anno gli italiani spendono 15.000.000.0000 di euro per il pagamento delle spese condominiali ordinarie. Di queste, una percentuale che oscilla tra il 3% e il 6% viene ancora effettuata in contanti: parliamo di quasi un miliardo di euro.

I “pagatori in contanti” sono spesso anziani, non avvezzi all’utilizzo dell’home banking e più propensi a recarsi presso lo studio dell’amministratore.

Ma cosa dice la legge riguardo al pagamento delle spese condominiali in contanti?

Pagamento spese condominiali in contanti: si abbassa la soglia limite

Prima di tutto, va ricordato che le movimentazioni economiche relative a rapporti contrattuali e commerciali tra il condominio e i suoi fornitori rientrano nelle previsioni della normativa antiriciclaggio. Pertanto l’amministratore, per non incorrere in gravi sanzioni e mettere a rischio i propri amministrati, dovrà rispettare quanto previsto in materia di utilizzo del contante.

Se l’aspetto “commerciale” è stato chiarito, tuttavia, sulle quote versate dai condòmini rimane ancora parecchia foschia.

Il limite di utilizzo della moneta contante, infatti, fissa l’attuale soglia in 3.000 euro. Ma qualora la manovra introdotta dal D.L. 124/2019 passi il vaglio del Parlamento, dal 1° luglio 2020 scenderà a 2.000 euro, fino al raggiungimento di 1.000 euro a partire dal 1° gennaio 2022.

A questo proposito va chiarito che il Condominio, quale «ente di gestione» sprovvisto di personalità giuridica, detiene di fatto un’autonoma personalità fiscale, rappresentando un centro di interesse proprio.

Premessa la distinzione tra condominio e condòmini in qualità di soggetti interessati all’operazione, perciò, le operazioni stesse rientrano a pieno titolo nell’applicazione della normativa.

L’amministratore che riceve contanti dai condòmini per pagare le rate, dovrà quindi stare attento ad attenersi ai limiti previsti.

Cristina Maran

2019-12-06T17:28:12+01:0002.12.2019|