Orto in condominio: quando si può fare

Salvo divieti del regolamento condominiale, ogni condominio può liberamente decidere di organizzare un orto sul proprio balcone o nel proprio giardino privato, senza chiedere alcun permesso all’assemblea di condominio.

Ma se il balcone in questione si trovasse sulla pubblica via? O il giardino non fosse privato, ma di uso comune? Scopriamo insieme i limiti che in questi casi pone la legge.

Orto nel giardino condominiale: è lecito?

Cosa succederebbe se un singolo condomino volesse piantare un piccolo orto nel giardino condominiale?

Secondo l’articolo 1102 del Codice Civile – che disciplina l’uso della cosa comune – il condomino in questione avrebbe il via libera con piantine e sementi. Purché non alteri la destinazione d’uso del giardino e il regolamento di condominio non si esprima diversamente.

Il Codice Civile tutela così il diritto di ognuno ad usare lo spazio comune nel modo che preferisce: l’importante è che ciò non implichi l’origine di un conflitto tra vicini.

Leggi anche: GIARDINI CONDOMINIALI Come evitare i litigi per il verde